Fondazione OAGE-Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Genova

Fondazione OAGE Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Genova Foroba yelen notti di luce in mali
incontro con curro claret

Foroba yelen notti di luce in mali
incontro con curro claret

FOROBA YELEN. NOTTI DI LUCE IN MALI. INCONTRO CON CURRO CLARET

designer di Barcellona

"# Raval KM0 Luce comunitaria a Barcellona"?"

DATA: 06 aprile 2018

ORARIO: 16.00-18.00

SEDE: ACCADEMIA LIGUSTICA DELLE BELLE ARTI - PIAZZA DE FERRARI

POSTI DISPONIBILI: 20

MODALITÀ D’ISCRIZIONE  collegandosi al link https://imateria.awn.it

 

Curro Claret, ha progettato, insieme a Maria Güell, un sistema d’illuminazione originale, installato per le strade di alcuni quartieri di Barcellona in occasione del Natale 2016. Il progetto ha coinvolto dei residenti disoccupati.

 

Entità, residenti e imprese del quartiere Raval di Barcellona si sono mobilitati per mostrare la loro solidarietà e impegno. Attraverso il progetto Raval Km 0, che mira a dare formazione, creare occupazione e favorire opportunità di commercio locale, il quartiere ha offerto l'occupazione e la formazione professionale per i residenti con un progetto di illuminazione artistica durante i mesi invernali. Più di 60 residenti del quartiere sono stati fotografati dall'artista Maria Espeus in situazioni che mostrano connessioni tra di loro. I loro profili sono serviti a formare 32 archi 

luminosi che ornano le strade. Questa illuminazione originale è stata progettata e concepita dal designer Curro Claret e la light designer Maria Güell e realizzato da alcuni residenti disoccupati selezionati dopo un processo di formazione nell’assemblaggio di illuminazione per 18 persone. 

 

Altri disoccupati sono stati scelti come responsabili per la realizzazione di 5.000 borse di stoffa, 

cucite e serigrafate nel Raval e che sono state distribuite tra 300 commercianti che 

partecipano dando le borse ai clienti durante il periodo natalizio. Il disegno è stato scelto 

attraverso un concorso tra i residenti del quartiere e legato alle oltre ottanta proposte ricevute. I telai con il nome del quartiere tradotto in forma geometrica portavano un messaggio carico di significati sociali. Il progetto è stato gestito tramite l'inserimento sociale e lavorativo delle associazioni Dona Kolors e Estel Tàpia, con il coinvolgimento anche di TEB Youth Association e la facoltà Blanquerna che hanno contribuito i loro consigli nella progettazione grafica e comunicazione. Diverse vetrine dei negozi espongono le fotografie originali vicino gli archi luminosi e le varie istituzioni culturali nel quartiere, come la Libreria del Cinema, il Museo Marittimo, il mercato della Boqueria, il MACBA o il CCCB presentano repliche delle composizioni a cui si ispirano. 

 

Un progetto ammirevole che collega i sentimenti di generosità e di amore del Natale con la realtà sociale di un quartiere povero.